Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di piú o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie..

Condizionamento

indietro

Negli ultimi anni le frequenti ondate di calore estivo hanno portato a una capillare diffusione degli impianti di condizionamento; ma ciò ha avuto un grande impatto sui consumi di energia degli edifici e sulle relative emissioni di gas inquinanti e clima-alteranti. In questo caso la domotica può dare un notevole aiuto a contenere gli effetti negativi.

Da un lato essa mette a disposizione una serie di possibilità per ottimizzare il funzionamento dell’impianto: tra queste la programmazione temporale giornaliera o settimanale, il controllo indipendente di zone o singoli ambienti, le attenuazioni manuali o automatiche di temperatura, il comando e controllo da remoto e più informazioni utili agli utenti.

Dall’altro, e ancora più importante, la domotica permette di gestire il condizionamento in modo coordinato con il resto degli impianti dell’edificio. Ad esempio, l’abbassamento delle tapparelle o l’inclinazione delle lamelle delle veneziane esterne riduce notevolmente l’irraggiamento solare che entra negli ambienti attraversando le superfici vetrate di porte e finestre. Di conseguenza il carico termico da asportare è minore e con esso la potenza di condizionamento richiesta.