• Edifici residenziali
  • Edifici residenziali

Edifici residenziali

Domaines d'application de l'éclairage intelligent

Scroll

Quando si costruisce o si ristruttura una casa, si affrontano molti aspetti diversi, a partire dall’involucro, passando per gli impianti tecnici fino ad arrivare alle finiture interne ed esterne. Spesso le decisioni che riguardano l’illuminazione degli ambienti sono compiute solo alla fine; questo si può però rivelare un errore, poiché senza una buona illuminazione anche le altre scelte non sono sufficientemente valorizzate e la fruibilità degli ambienti può essere penalizzata.

Le soluzioni di illuminazione intelligente sono oggi a portata di mano e migliorano notevolmente la qualità del tempo trascorso tra le pareti domestiche. È quindi importante già dalla fase iniziale considerare le esigenze e gli obiettivi che devono essere soddisfatti dall’impianto di illuminazione: è la luce a garantire la funzionalità degli ambienti e a creare la giusta atmosfera di casa.

Digitale e smart

La digitalizzazione e la diffusione della rete nella case stanno cambiando anche il modo di controllare l’illuminazione. Contemporaneamente, negli utenti finali è cresciuta molto rispetto al passato la consapevolezza dei benefici effetti di una buona illuminazione.

La luce non serve più soltanto a compiti visivi; il controllo intelligente mette le persone al centro dell’attenzione e punta a offrire livelli di comfort e benessere senza precedenti. L’esperienza di controllo si amplia enormemente: il punto di partenza è sempre un comando manuale a parete che oggi può però consentire di regolare l’intensità, la tonalità e il colore della luce. Gli schermi touch offrono al controllo altre possibilità; grazie al supporto che l’impianto domotico offre alla tecnologia wi-fi della rete di casa, è possibile non solo utilizzare dispositivi mobili, come smartphone e tablet, ma anche integrare il controllo vocale attraverso gli home speaker con assistente vocale, ormai diffusi in ogni abitazione.

Dinamica, personale, multiforme

Con tutte le possibilità offerte dallo Smart Lighting, oggi sarebbe riduttivo limitarsi ad accendere e spegnere la luce. Per chi trascorre molto tempo in casa, il controllo dinamico - consentito oggi dai dispositivi intelligenti - può stabilizzare e influenzare positivamente i ritmi biologici, regolarizzare il ciclo veglia-sonno, energizzare la persona e favorirne il buon umore: questo per essere più attivi durante la giornata, migliorando nel contempo la qualità del riposo notturno.

L’illuminazione intelligente è indispensabile anche per dare un tocco personale alla propria abitazione. Non esistono infatti due utenti finali che abbiano esattamente le stesse esigenze. Gli ambienti interni, come d’altra parte gli esterni, richiedono un’analisi attenta che consideri non soltanto la destinazione d’uso, ma anche i desideri individuali delle persone che ci vivono.

Intelligenza in questo caso vuol dire anche versatilità. Negli ambienti di casa serve un’illuminazione di base che distribuisca in modo uniforme una luce diffusa, spesso proveniente dalla componente indiretta, per orientarsi senza problemi e un’illuminazione d’accento con componente diretta per evidenziare all’occorrenza singole aree. Illuminare zone ben definite di un ambiente è di grande utilità per svolgere con la luce più corretta le diverse attività: ad esempio leggere, lavorare, guardare la televisione, conversare o mangiare. Ma oggi si può andare ben oltre la pura funzionalità: la luce smart genera serenità e benessere, accoglie, rassicura e può conferire allo spazio abitativo un’atmosfera straordinaria.

Esempio applicativo

Il controllo e il monitoraggio dell’illuminazione può essere svolto mediante la supervisione Delégo; al server EK-DEL-SRV (A) possono essere collegati via IP uno o più touch panel Delégo (B), e via Wi-Fi dispositivi mobili come smartphone (3) o tablet su cui è installata la App. Delégo permette inoltre di integrare comandi vocali mediante home speaker con assistente vocale (4).

In parallelo si possono comunque prevedere anche i tradizionali comandi manuali, come ad esempio un pulsante della serie 20venti (D); grazie al sensore di prossimità è possibile rilevare il passaggio di persone nell’immediata vicinanza dell’apparecchio e attivare la retroilluminazione o altre funzioni via bus.

Per la vera e propria rilevazione di presenza si ricorre al sensore EK-DF2-TP (C). Possono essere comandati strip led monocromatiche o RGBW con il dimmer EK-GC1-TP (E), apparecchi d’illuminazione non dimmerabili (6) con l’attuatore EK-FE1-TP (F).

Il gateway EK-BG1-TP (G) permette inoltre il controllo di dimmer DALI (H, I) e apparecchi di vario tipo dotati di reattori digitali DALI (7). Combinazioni di comandi e controlli possono essere facilmente raggruppate in scenari e richiamati con un solo tocco dalla supervisione Delégo.

Dispositivi Ekinex Altri componenti
A) Server Delégo EK-DEL-SRV-... 1) Switch
B) Touch panel Delégo (5” o 8”) 2) Access point LAN Wi-Fi
C) Sensore di presenza EK-DF2-TP 3) Smartphone con supervisione Delégo
D) Pulsante serie 20venti 4) Home speaker con assistente vocale
E) Dimmer LED RGBW EK-GC1-TP 5) Strip led RGBW
F) Uscita binaria / attuatore tapparelle EK-FE1-TP 6) Apparecchio non dimmerabile
G) Gateway KNX-DALI EK-BG1-TP 7) Reattore con interfaccia DALI
H) Dimmer DALI EK-GM2-TP 8) Strip led monocromatica
I) Dimmer DALI EK-GH1-TP  
Scalabilità

La scalabilità, tipica del sistema di controllo degli edifici Ekinex, permette di partire con una dotazione domotica di base, sia in termini di funzioni che di dispositivi, che può essere ampliata in una fase successiva, a seconda delle esigenze individuali e della disponibilità economica.

L’investimento viene ripagato rapidamente ed è protetto nel tempo. Grazie all’apertura nativa e all’interoperabilità dello standard KNX, il sistema è in grado di integrare anche funzioni future che non sono disponibili in fase di prima installazione.